Blog

16 Comments

  • Francesca Borghi lug 23, 2013

    Grazie mille per lo spazio che hai dedicato a me, al mio lavoro e alla mia grande passione.
    La comprensione che l’esborso monetario sia un investimento anzichè un costo sia fondamentale…
    Abbiamo tanti artisti in Italia che sono più bravi di quelli famosi ma che purtroppo rimangono nell’ombra … magari la cura dell’immagine potrebbe essere una spinta in più!
    Attendo i commenti dei tuoi lettori con curiosità :)
    Grazie ancora!

  • Katia Anna Calabrò lug 23, 2013

    Assolutamente vero, concordo con te. Si, sono curiosa anche io :-)
    Grazie mille a te Francesca!!!

  • Fabio Romani lug 23, 2013

    Chi è il musicista più fortunato? Quello che ha vissuto in pieno gli anni ’70, dove c’era tanto spazio per la musica live, attenzione per gli emergenti, curiosità. I musicanti di oggi si scontrano con una realtà drammaticamente opposta, le sole “armi” a disposizione sono la preparazione e la competitività, “quella buona, non quella cattiva” come mi ripete sempre Walter Calloni. Studiare, motivarsi, individuare il proprio “goal” e tenere d’occhio quello che accade intorno. A questo riguardo, una strategia ad hoc dell’immagine può senz’altro aiutare. Ogni artista dovrebbe prediligere sempre e comunque la propria arte, piuttosto che la propria faccia, ma sarebbe stupido non ammettere che senza un adeguato canale verso l’esterno si rischia di farsi i concertini in salotto. Niente fuochi d’artificio, ma un coerente e accattivante ritratto di noi artisti. Ben venga chi come Francesca può apportare maggiori soddisfazioni al nostro lavoro, fatto di enormi sacrifici e tanta dedizione. Sottoscrivo la pagina di Marco Mariani, gli mando un enorme in bocca a lupo e gli ricordo…it’s a long way to the top if you wanna rock’n’roll (AC/DC). Fabio Romani

    • Francesca Borghi lug 23, 2013

      Fabio hai centrato il punto e ti ringrazio per questo commento che se permetti vorrei poi mettere on-line sulla mia pagina facebook.
      E’ importante il feedback di artisti che credono in ciò che fanno, che hanno passione, che si scontrano con un mercato che è diventato sempre più difficile ma che cmq procedono inseguendo i propri sogni.
      Marco ci crede e investe.
      Noi lo supportiamo e lo stimiamo.
      Potrebbe essere la scelta vincente!
      In bocca al lupo a te e se ti va colleghiamoci, curiosa di sentirti!
      Grazie

    • Fabio Romani lug 23, 2013

      Ciao Francesca, sentiti libera di utilizzare il mio commento. A presto!

    • Marco Mariani lug 23, 2013

      Ciao Fabio grazie per il tuo augurio AC/DCiano, la mia prima musicassetta e’ stata back in black quindi ti lascio immaginare quanto mi abbia fatto piacere la tua pillola. √

      Sono in parte d’accordo con il tuo post.

      Al giorno d’oggi la cosa che conta piu del suonare in giro con uno strumento e’ saper trasmettere la tua passione a chi ti circonda. Perche’ la musica prima di tutto e’ condivisione, con il pubblico, con chi ti ascolta.

      Suonare bene vuol dire creare un contatto con l’interlocutore e condividere un “momento” un “emozione” assieme.

      Tra coloro che sono in grado di creare un contatto ci sono anche tante persone che non sono “preparate”. Dicendola alla buona, che non sanno niente, ma che comunque emozionano lo stesso.

      Quindi ecco io penso che piu della preparazione ci voglia la passione e l’empatia.

      Nel mio caso specifico pero’ fortunatamente io sono sempre stato un grande amante della musica in generale e mi ci sono proprio innamorato, nel senso che non vivo la mia musicalita’ solamente prendendo la chitarra in mano e scrivendo una canzone che emozioni ma a me della musica mi piace proprio tutto.

      Mi piace leggerla e scriverla (come i numeri, le lettere, le note sono un codice bellissimo celato a molti purtroppo! ) mi piace la sua storia, insomma sono proprio curioso di tutto e anche con lo strumento sento di vivere un rapporto simbiotico e mi piace suonarlo molto finche’, citando la foto sul tuo sito del grande Tullio “devi buttare tanto sudore per acquisire un tuo suono, una tua personalita’ sullo strumento”

      Oltre alla passione e la gioia di suonare, e’ molto importante la promozione ed ultimamente ho deciso che fosse giusto affidare la mia immagine ad una persona/team che potesse aiutarmi.

      Ecco che entra qui in gioco Francesca e il suo team.

      Sono molto soddisfatto del suo lavoro e contento di come lo stia portando avanti.

      In un certo senso sto scoprendo anche un mondo nuovo perche’ da ignorante (nel senso che ignoro) non conosco molto bene gli strumenti web ed il web in generale.

      Attraverso il suo lavoro e i post dei blog che condivide sui suoi canali sto piano piano prendendo piu consapevolezza del significato di SOCIALizzare e questa cosa mi sta incuriosendo parecchio.

      Infatti tante volte la chiamo e la stresso con mille domande sui post etc. ahahah

      In tutti voi che scrivete e condividete io ci vedo la stessa passione che proietto sullo strumento.

      Intanto ti faccio grandi auguri per i tuoi progetti musicali e spero di rimanere in contatto, se ti fa piacere aggiungimi ai tuoi contatti e spulcia tra la mia musica.

      Grazie anche a Katia per lo spazio dedicato!

      Un abbraccione a todos e sempre Rock n Roll till death †
      MM

    • Fabio Romani lug 23, 2013

      Ciao Marco, mi ha fatto molto piacere leggerti. Grande stima e ammirazione per il tuo approccio “whole time” alla musica, è così anche per me. Soprattutto ammirevole è la tua voglia d’aggiornamento. Ti auguro tante soddisfazioni. Keep in touch!
      Fabio

    • Katia Anna Calabrò lug 23, 2013

      Ciao Marco, grazie per il tuo commento e grazie per esserti messo in gioco come Case History per le follie di Francesca e mie :-)
      Tu sei il benvenuto.
      I musicisti, quelli di qualità, sono sempre benvenuti qui.
      Buon SOCIALattività… e un milione di questa musica.
      Un abbraccio

    • Francesca Borghi lug 24, 2013

      Ecco Marco…con la sua passione, quella vera, profonda…ecco perchè è un piacere seguire la sua immagine e la sua evoluzione!
      You rock guy m/

      Grazie per l’interazione.

  • Katia Anna Calabrò lug 23, 2013

    Ciao Fabio e grazie.
    Qualcuno pensa che immagine significhi frivolo, vuoto, apparenza. Invece l’immagine può e deve essere lo specchio di ciò che si è e si fa, organizzata, ordinata, coerente.
    L’immagine deve essere autentica, termine e concetto che io amo e predico.
    Comunicare, in una lingua che nessuno parla, è una impresa impossibile… ed inutile.
    Rimangono i segni, i gesti, che comunicano forse l’essenziale a sopravvivere ma non spiegano, illustrano o fanno crescere un confronto.
    Costruire una propria immagine è come imparare una lingua nuova, per comunicare e comunicarsi, per far capire facilmente chi si è, cosa si fa, perché lo si fa, quando lo so fa.
    Curare la propria immagine è un “dovere” verso se stessi ed un’opportunità di crescita.

    Ah, la musica, ad ogni modo, uber alles!
    Questo è fuori discussione! :P

  • Riccardo Esposito lug 23, 2013

    Ciao Francesca,

    Io credo che il lavoro sia ottimo. Per un musicista professionista è importante avere un’immagina ragionata, curata nei dettagli, e il tuo contributo è stato prezioso. Soprattutto per quanto riguarda l’armonia tra social, sito e comunicazione offline.

    Buon lavoro, a presto :-)

    • Francesca Borghi lug 24, 2013

      Grazie Riccardo, sai che ogni tuo commento per me vale come oro per la stima che ho nei tuoi confronti…nei confronti di un vero professionista!
      Ora procediamo con il sito a tutta birra, con diverse chicche che spero piaceranno.
      L’immagine ragionata è importante, per tutti, anche per noi :)
      Buon lavoro a te, a prestissimo!

  • Katia Anna Calabrò lug 23, 2013

    Ciao Riccardo e grazie. Si, Francesca e team hanno fatto un gran lavoro :-)

    • Francesca Borghi lug 24, 2013

      Grazie mille, la passione e la professionalità sono i motori essenziali per fare un buon lavoro.
      Contenti di esserci riusciti!

  • Mario Palmieri lug 24, 2013

    I miei complimenti per l’articolo e per le giuste considerazioni. In fondo cos’è un musicista se non un’agenzia di comunicazione? ;-) Avere un’immagine coerente e riconoscibile è fondamentale, perché è quella che ti resta impressa nella mente: il linguaggio visivo è più veloce e duraturo rispetto a tutte le altre forme di comunicazione. Non dimentichiamo inoltre, che sono molti i fenomeni musicali esplosi grazie ad Internet negli ultimi anni (qualcuno conosceva PSY prima che pubblicasse Gangnam Style su Youtube?).
    Ah, se un musicista mi chiedesse una dritta per migliorare la sua immagine gli direi di rivolgersi a Your Smart Agency. ;-)

  • Francesca Borghi lug 24, 2013

    Mario grazie :) :) :)
    L’on-line è uno strumento potentissimo se lo si usi sapientemente!
    E il lavoro continua!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>