Blog

31 dic 2015

Anno nuovo e cambiamento: come riuscire a raggiungere l’obiettivo. Davvero!

obittivi-di-inizio-anno-cambiamento-katia-anna-calabrò

Siamo a fine anno. Fra poche ore, il 2016 sepellirà per sempre il 2015. Questo mio articolo vuole essere di buon augurio, per me e per tutti.

La maggior parte di noi sceglie la fine dell’anno per porsi un obiettivo da raggiungere in quello nuovo. Che sia il perdere peso, smettere di fumare, oppure legato alla sfera lavorativa, la verità è che solo pochi di noi, su milioni, riusciranno nel loro intento.

Perché raggiungere degli obiettivi comporta sempre un cambiamento, nel modo di vivere, di ragionare, di gestire le relazioni personali o la propria carriera. Il cambiamento spaventa e fa spesso rima con fatica. Secondo gli psicologi, si hanno più probabilità di successo se si suddivide l’obiettivo principale in piccoli obiettivi intermedi specifici, misurabili e scanditi da tempi precisi.

Il professore Richard Wiseman, dell’Università di Hertfordshire, ha monitorato 5.000 persone che cercavano di raggiungere il proprio obiettivo di inizio anno. La ricerca ha rivelato che la stragrande maggioranza di persone che non sono riuscite a raggiungerlo non aveva formulato un programma in fasi, rendendo così il cambiamento arduo tanto quanto una montagna da scalare.

La sola forza di volontà, il fantasticare sull’obiettivo già raggiunto, il vedersi vivere già quel cambiamento come sprone, non sono aiuti e supporti sufficienti nella scalata all’obiettivo. Ecco quali sono i dieci consigli da seguire, secondo Wiseman, per avere davvero successo e raggiungere l’obiettivo prefisso:

  1. Avere un solo obiettivo. Inutile rincorrere 3, 4, 20 obiettivi. Già uno solo costa fatica e impegno, meglio concentrare tutte le proprie energie sulla cosa più importante. Modificare il proprio comportamento e rompere con la routine non sono un gioco da ragazzi.
  2. Non aspettare in eterno per decidere qual è l’obiettivo per il nuovo anno. Prendersi del tempo per capire quale sia davvero quello che vogliamo ottenere non è uno spreco di tempo. E sotto sotto, sappiamo sempre quale obiettivo ha la priorità per noi.
  3. Evitare di ripensare ad obiettivi del passato e al fallimento che a volte ne è conseguito. Energia negativa che non aiuta a tentare la scalata per il nuovo. Lasciamo il passato nel passato.
  4. Non seguire la massa e non fare quello che fanno gli altri. Pensiamo a cosa davvero vogliamo, NOI. Poi attuiamo strategie che sono a nostra misura e non a misura di massa.
  5. Suddividere l’obiettivo principale in step. Creare sotto obiettivi o mete intermedie che siano misurabili e che abbiano una scadenza.
  6. Comunicare agli amici e ai famigliari l’obiettivo. Ottenere supporto ed incoraggiamento è un incredibile valore aggiunto quando si fatica ad ottenere i cambiamenti e l’obiettivo sembra distante.
  7. Prendersi del tempo, regolarmente, per pensare. Non alla fatica e all’impegno che ci sta costando il raggiungere l’obiettivo ma quanti e quali benefici e soddisfazione riceveremo quando lo avremo raggiunto.
  8. Premiarsi quando si raggiunge una delle mete intermedie. Mantiene la motivazione alta e solleva il morale.
  9. Tenere un diario. Nel quale annotare il programma per raggiungere gli obiettivi e descrivere le emozioni, sensazioni e accorgimenti impiegati per raggiungerlo. O se si preferisce si può creare un grafico, una tabella Excel o quello che è più congeniale alla singola personalità.
  10. Non arrendersi quando si ricascherà nelle solite vecchie abitudini. Le ricadute e le battute d’arresto sono inevitabili. Incassiamole, accettiamole ma ripartiamo subito verso l’obiettivo. Non sono la fine del mondo, solo la nuova base di partenza.

E più importante di tutto: iniziamo. Davvero. Subito.

I commenti sono aperti, se come me avete voglia di parlarne.

 


 

I miei più sinceri e personali auguri per il 2016. Che porti, a ciascuno di noi, quello che sta cercando.

Katia

 

 

2 Comments

  • Paola Pimpinelli gen 01, 2016

    Davvero interessante, Katia! Seguirò alla lettera i consigli di questo articolo. Da persona “poco ordinata” quale sono, trovo che sia un ottimo inizio!!!
    BUON ANNO e buon lavoro!!!
    Paola

    • Katia Anna Calabrò gen 01, 2016

      Ciao Paola,
      Buon Anno e buon lavoro a te. Che la tua nuova avventura possa portarti tutto quello che desideri.
      Sì, l’articolo offre spunti interessanti: avevo letto di quella ricerca e mi sembrava fosse un buon modo per augurare buon anno.
      Riuscire a conseguire gli obiettivi è cosa difficile, io ne ho alcuni che mi riprometto di anno in anno, senza troppo successo.
      Vediamo se con questo metodo li riesco a guidare in porto, finalmente.
      Un caro Saluto
      Katia

Rispondi a Katia Anna Calabrò Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>